STAINLESS STEEL TANKS and advanced equipment

Yearly: 2021

#BGSOSTENIBILMENTE, EVENTI AND FUTURE, Tecnologia a confronto

ECOMONDO _26/29 Ottobre 2021 _Evento di riferimento per l’innovazione tecnologica e industriale.

ECOMONDO 2021_ Ecomondo è l'evento di riferimento per l'innovazione tecnologica e industriale.

Ecomondo riunisce in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare:

dall’eco-design e l’efficienza al riuso e la valorizzazione delle materie prime e dell’energia, la movimentazione e il sollevamento, la bonifica e la riqualificazione dei siti contaminati, la bioeconomia e le bioenergie, il ciclo integrato dell’acqua.In contemporanea a Ecomondo si svolge KEY ENERGY, la fiera dedicata all’energia, alle smart cities e alla mobilità sostenibile.

Aiutiamo le aziende a diventare leader mondiali nell’innovazione, favorendo lo sviluppo di un ecosistema imprenditoriale innovativo e sostenibile. Presidiamo tutta la filiera dell’economia circolare, dall’ecodesign ed efficienza al recupero e  valorizzazione di materia prima ed energia, ai trasporti, alle bonifiche e riqualificazione di aree contaminate (anche marine) favorendo il networking internazionale e la crescita delle aziende sui mercati di tutto il mondo.Un format innovativo
Evento di riferimento in Europa  per l’innovazione tecnologica e industriale. Una fiera internazionale con un format innovativo che unisce in un’unica piattaforma tutti i settori dell’economia circolare: dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile.Sosteniamo lo sviluppo delle imprese
Aiutiamo le aziende a diventare leader mondiali nell’innovazione, favorendo lo sviluppo di un ecosistema imprenditoriale innovativo e sostenibile.Favoriamo il networking
Mettiamo in contatto le imprese con i più qualificati buyer nazionali e internazionali e lavoriamo tutto l’anno con una community profilata e con i massimi esperti dell’economia circolare.Cresciamo di anno in anno insieme alle aziende

  • + 23% di visite internazionali da 130 paesi
  • 109.500 Mq lordi di superficie espositiva
  • 1.160 espositori, il 15% provenienti da  30 Paesi nel mondo
  • 3.500 incontri B2B organizzati grazie alla piattaforma online 
  • Oltre 150 seminari e conferenze con più di 1.000 relatori
  • Più di 675 milioni contatti media

*i dati si riferiscono a Ecomondo 2019, ultima edizione in presenza

Forniamo strumenti e informazioni per lo sviluppo delle imprese
Diamo spazio alle nuove priorità normative in campo di ricerca ed innovazione e alla formazione in ambito professionale; in collaborazione con associazioni industriali, ministeri, enti di ricerca, la Commissione Europea, l’OCSE, piattaforme tecnologiche europee e iniziative internazionali.

Progettiamo insieme a te un futuro migliore
Siamo l’unica piattaforma in Europa ad offrire un ampio programma di conferenze, workshop e seminari volti a presentare evidenze e nuovi trend, nazionali ed internazionali, legati all’economia circolare nelle diverse filiere, dall’ edilizia al packaging, dall’elettronica all’automotive.

Portiamo la tua azienda in tutto il mondo e tutto il mondo nella tua azienda
Organizziamo matching con i buyer internazionali in fiera, workshop con esperti per aiutare le aziende a sviluppare nuovi business internazionali, eventi e simposi tecnici nei principali mercati di interesse per le imprese : Balcani, Brasile, Bulgaria, Cina, Germania, Gran Bretagna, Grecia, Macedonia, Marocco, Egitto, Oman, Paesi Bassi, Romania, Slovenia, Stati Uniti, Turchia , Russia.

Facciamo circolare le idee
Proponiamo un ampio programma di incontri internazionali con la partecipazione di imprese innovative  e ricercatori conosciuti in tutto il mondo per fare il punto dell’innovazione e divulgare le best practice.

Consulta la brochure

In un'unica piattaforma, tutti i settori dell'economia circolare

Dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile

Siamo un laboratorio permanente di idee, soluzioni e opportunità
Presentiamo ogni anno le nuove priorità normative/regolatorie, di ricerca e formazione sul fronte dell’economia circolare, i nuovi processi, anche 4.0 e prodotti annessi alla sua adozione a livello industriale, nelle città e nei territori.
In particolare, in collaborazione con associazioni industriali, ministeri ed altre istituzioni, enti di ricerca, la Commissione Europea e l’OCSE, vengono esaminate e discusse le principali novità, necessità, criticità ed opportunità nell’ambito del riuso e valorizzazione dei principali rifiuti tecnici e biologici (incluse le acque reflue), le materie prime alternative e l’ecodesign industriale, la bonifica e la riqualificazione delle aree contaminate, anche marine, e la bioeconomia.Presidiamo tutta la filiera dell’economia circolare
Dall’ecodesign ed efficienza al recupero e valorizzazione di materia prima ed energia, ai trasporti, alle bonifiche e riqualificazione di aree contaminate (anche marine) favoriamo il networking internazionale e la crescita delle aziende sui mercati di tutto il mondo.Ecco di che cosa ci occupiamo:Rifiuti e Risorse

  • Servizi per la gestione e valorizzazione integrata dei rifiuti
  • Tecnologie e macchinari per il trattamento dei rifiuti urbani e industriali
  • Attrezzature e mezzi per la raccolta e trasporto rifiuti
  • Sistemi e contenitori per rifiuti
  • Macchinari e attrezzature per la movimentazione e il sollevamento dei rifiuti
  • Ecodesign e nuovi materiali
  • Servizi di riparazione e ripristino

Scopri di più

Bioeconomia circolare

  • Biobased industry
  • Bioenergie
  • Agrifood & Blue growth

Scopri di più

Bonifica e rischio idrogeologico

  • Bonifiche dei siti contaminati e riqualificazione
  • Rischio idrogeologico e prevenzione dalle calamità

Scopri di più

Acqua

  • Ciclo idrico integrato
  • Monitoraggio e digitalizzazione: acqua, aria, suolo

Scopri di più

 

EFFICIENZA ENERGETICA, ENERGIE RINNOVABILI, CITTÁ SOSTENIBILEIn contemporanea con Ecomondo si svolge Key Energy, una vetrina internazionale di tecnologie, servizi e soluzioni integrate per favorire ed accelerare il processo di transizione verso un’economia carbon-neutral.
Dalle fonti rinnovabili, all’accumulo, alla gestione efficiente dell’energia fino all’utilizzo delle tecnologie digitali e alla mobilità del futuro: KEY ENERGY è una vetrina completa di tecnologie e servizi per la decarbonizzazione dell’economia.
Visita il sito di Key Energy

#BGSOSTENIBILMENTE

Promozione del protagonismo aziendale e sociale per la sostenibilità ambientale

Il futuro è di chi agisce …

LA NUOVE PROPOSTA BG SOCIAL 20_21

#BGSOSTENIBILMENTE

Impennata dei costi per energie e materie prime, l’autunno si profila bollente

La transizione energetica, che punti sulle fonti rinnovabili Made in Italy.

L’aumento dei costi dell’energia, degli imballaggi e delle materie prime freneranno l’economia, ripercuotendosi sulle tasche dei consumatori e minacciando la competitività dei settori produttivi. Un blocco alla ripresa, che l’Italia non può permettersi. Questo l’allarme lanciato in questa apertura di Ottobre in merito agli aumenti in atto.

L’Italia sconta un forte deficit energetico:

importiamo il 73,4% dell’energia consumata in Italia, con valori del 93% per il solo gas, con le rinnovabili che arrivano soltanto al 20% del fabbisogno.

L’aumento dei prezzi per i prodotti da origine fossile, insieme alla necessità di affrontare i cambiamenti climatici e contrastare l’inquinamento spingono con forza verso un’indispensabile transizione energetica, che punti sulle fonti rinnovabili Made in Italy.

Occorre, tendere all’autosufficienza, valorizzando il settore agricolo anche nel suo ruolo di produttore di energia verde. In particolare il biometano è una grande opportunità per contribuire alla transizione energetica ed alla decarbonizzazione, diminuendo le importazioni di metano per le aziende agricole e utilizzando la rete gas come vettore di energia rinnovabile.

La crescita dei costi delle materie prime, dal mais alla soia, dall’acciaio ai fertilizzanti, che va dal 20 al 60% è un forte campanello di allarme perché siamo fortemente dipendenti dall’estero.

Il rischio concreto –  è quello di una forte impennata dei prezzi alla fonte e al consumo già a partire dall’autunno e si deve agire velocemente con politiche a salvaguardia della competitività.

#BGSOSTENIBILMENTE

Promozione del protagonismo aziendale e sociale per la sostenibilità ambientale

Il futuro è di chi agisce …

LA NUOVE PROPOSTA BG SOCIAL 20_21

#BGSOSTENIBILMENTE, EVENTI AND FUTURE

YOUTH 4CLIMATE Milano 28-30 Settembre

Sviluppo sostenibile e tecnologia

Youth4Climate, l’evento organizzato dall’Italia nell’ambito dei lavori della Pre-Cop di Milano in preparazione alla Cop26 in programma a Glasgow per Novembre, al quale hanno partecipato, tra gli altri, il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, il Premier Mario Draghi e le giovani attiviste Greta Thunberg e Vanessa Nakate.

Quasi 400 giovani provenienti da 197 Paesi membri dell’UNFCCC (la Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici) si sono dati appuntamento dal 28 al 30 settembre, a Milano, con l’obiettivo di elaborare un documento con proposte concrete sui temi più urgenti riguardanti la crisi climatica, in vista delle negoziazioni della Pre-Cop e dell’incontro cruciale di Glasgow. Ogni Stato era rappresentato da due ragazzi di età compresa tra i 15 e i 29 anni, selezionati dall’Ufficio della Youth Envoy del Segretariato Generale delle Nazioni Unite.

#BGSOSTENIBILMENTE

Promozione del protagonismo aziendale e sociale per la sostenibilità ambientale

Il futuro è di chi agisce …

LA NUOVE PROPOSTA BG SOCIAL 20_21

Qual è il ruolo dell’Italia in ambito internazionale?

youth 4 climate

l’Italia deve avere un ruolo da leader in questo processo e in preparazione della Cop26 di Glasgow. Non solo perché è uno dei paesi dell’area “ricca” del mondo ma anche perché è incluso tra gli Stati che hanno un’economia forte e sono più aperti al dialogo e alla coesione. Il nostro Paese vorrà e dovrà assumere un ruolo di rilievo anche soltanto per aver ideato questa manifestazione e aver espresso la volontà di dare voce ai giovani e averli messi in comunicazione con gli esperti. Questo è già un sintomo che siamo sulla buona strada per cambiare le cose.

Tra le iniziative riportato nel documento, qual è la proposta più importante e significativa…

Sicuramente quella che ha fatto più scalpore è stata quella di abolire le emissioni dovute a utilizzo di combustibili fossili entro il 2030. La richiesta è stata avanzata da diversi gruppi, originari di diverse parti del mondo. Inizialmente doveva essere un’idea di un solo gruppo di lavoro, ma è stata subito condivisa da tutti gli altri. Sembra un obiettivo veramente molto ambizioso, ma il fatto che sia stato proposto e sostenuto da tutti i partecipanti significa che in tanti ci credono, che è un tema molto sentito e che deve essere considerato come una priorità.

Viviamo in una società democratica e la politica deve iniziare a interessarsi, interpretare e comprendere i dati della scienza. Solo così possiamo avere un cambiamento radicale. Le manifestazioni sono compiute da persone che si aggregano anche grazie alle nuove tecnologie e ormai siamo in un mondo interconnesso dove basta veramente poco per riunirci. Noi stessi, anche i più giovani, sentiamo sulla nostra pelle gli effetti del cambiamento climatico… per esempio nel mio paese non si è mai visto un ottobre così caldo da stare a maniche corte! Tutti ora sono molto più motivati a farsi sentire, che poi è la cosa importante. In Europa ora ci sono proposte di legge che cercano di cambiare lo stato delle cose, per esempio si sta iniziando a voler ridurre drasticamente l’uso della plastica. La politica sta facendo tanti passi avanti per questo, perché ci sono state persone che hanno avuto il coraggio di dire “No” e di far sentire la propria voce per ribadire che il mondo è anche nostro.(G.T)

#BGSOSTENIBILMENTE

Gli obiettivi della strategia “Farm to Fork”

L'obiettivo della strategia Farm to Fork è ridurre queste cifre, garantendo che il sistema alimentare abbia un impatto neutro o positivo sull'ambiente senza sacrificare la sua resilienza, produttività o sicurezza.

La strategia Farm to Fork affronta quattro aree chiave della gestione della catena di approvvigionamento nell’industria alimentare: produzione, pratiche, consumo e rifiuti. All’interno di questo, presenta idee su come dovremo lavorare insieme per ottenere una migliore gestione dei quattro argomenti chiave, ad esempio come le diete future dovranno cambiare e come l’etichettatura obbligatoria potrebbe diventare la norma in cui le informazioni nutrizionali sulla parte anteriore della confezione oltre all’indicazione dell’origine.

Una sfida, forse la più urgente, è garantire che la transizione sia equa e non lasci indietro nessuno. Con il 65% degli adulti che lavorano a basso reddito in tutto il mondo che fanno affidamento sull’agricoltura per fare soldi (5) e con i raccolti già minacciati dal cambiamento climatico, la strategia cerca un equilibrio per garantire un sistema alimentare che preservi posti di lavoro, mezzi di sussistenza e tradizioni lungo la via.

La strategia si è prefissata di rendere il cibo più sostenibile e sano anche il più conveniente. Si sforza di fare della sostenibilità e delle emissioni zero un “marchio di fabbrica” ​​per le imprese e una scelta obbligata per i consumatori.

Saranno premiati agricoltori, pescatori, imprenditori e altri attori della filiera alimentare che si impegnano attivamente nel processo di transizione. Ad esempio, le pratiche agricole che rimuovono la CO2 dall’atmosfera saranno premiate tramite la politica agricola comune (PAC) (6) o altre iniziative simili. Attraverso la PAC, gli agricoltori riceveranno sussidi per la protezione della terra, dell’acqua, dell’aria, delle piante e della fauna selvatica, nonché per affrontare il cambiamento climatico.

Nel 2022 sarà inoltre attuata una nuova legislazione sul biologico (7) che mira a facilitare la transizione degli agricoltori convenzionali verso l’agricoltura rigenerativa. Questo spera di vedere i prodotti biologici diventare più facilmente disponibili, il tutto riducendo l’uso di pesticidi nocivi, riducendo le emissioni dall’agricoltura, diminuendo i tassi di erosione del suolo e aumentando la biodiversità.

L’agricoltura rigenerativa cerca anche di aumentare la materia organica nel suolo, il che lo rende maggiormente in grado di assorbire il carbonio dall’atmosfera, il che significa che ha il potenziale per ridurre il cambiamento climatico invece di contribuirvi. In effetti, lo scienziato del suolo e vincitore del World Food Prize 2020, il dottor Rattan Lal, afferma che aumentare il contenuto di carbonio del suolo mondiale di appena il 2% riporterebbe completamente i gas a effetto serra nell’atmosfera a livelli di sicurezza.

Il problema ambientale va dunque affrontato avendo una visione internazionale, senza limitarsi alla sola Unione europea. Poiché questa condizione è difficile da realizzare, si dovrebbe agire su altri fronti. Fra questi si elencano il progresso tecnologico, funzionale al miglioramento della sostenibilità delle produzioni agroalimentari. Al contempo sarebbero necessarie politiche commerciali che scongiurino il pericolo di uno spostamento della produzione dalla Ue ai Paesi terzi. Indispensabile infine una differente politica di utilizzazione del suolo, accompagnata dalla introduzione in campo agricolo delle “quote carbonio”, alla stregua di quanto già fatto in altri settori. Rubando la battuta a un grande del ciclismo eroico del secolo scorso, si potrebbe dire “è tutto sbagliato, è tutto da rifare”.

#BGSOSTENIBILMENTE

Promozione del protagonismo aziendale e sociale per la sostenibilità ambientale

Il futuro è di chi agisce …

LA NUOVE PROPOSTA BG SOCIAL 20_21

“Il modo in cui possiamo contribuire a combattere il cambiamento climatico è evitare la perdita e lo spreco di cibo, rendere il sistema alimentare più circolare e promuovere un cambiamento nella dieta”.

BG CONCEPT

Comunicazione di prodotto… wrapping dinamico, scelta o strategia comunicativa?

Il wrapping è una tecnica innovativa che consente di rivestire il vostro veicolo con pellicole in PVC conformabili.

comunicazione... in movimento.

Saper comunicare è fondamentale

Le parole sono importanti. Così come lo sono le scelte che si fanno per veicolare i propri messaggi optando per i mezzi e le modalità più adeguati. Parlare internamente all’azienda, con i dipendenti e tutti coloro che lavorano per il gruppo, è diverso rispetto alla comunicazione che il brand decide di fare verso l’esterno, per promuoversi, raccontarsi, spiegare. La comunicazione aziendale esterna, invece, è quell’insieme di messaggi che escono fuori dall’azienda stessa, per raggiungere potenziali clienti, fornitori e tante altre tipologie di target. Un modo per fornire strumenti utili per conoscere il gruppo, i suoi valori, la sua mission, il catalogo di prodotti e servizi, le iniziative, le novità. In questo caso la comunicazione non si rivolge a chi fa parte del brand, ma a persone terze, che potrebbero essere interessate al lavoro dell’azienda e al suo operato.

Wrapping dinamico

Il wrapping è un idea molto efficace ideale nel caso in cui si voglia trasformare il proprio veicolo in un mezzo pubblicitario. Potete diffondere su strada la promozione della vostra attività commerciale o aziendale, le pellicole sono conformabili e personalizzabili in base alle caratteristiche del mezzo a disposizione. Potete utilizzare la carrozzeria del vostro veicolo aziendale o direttamente sul vano cisterna (vedi esempi riportati) come base su cui inserire il marchio e le informazioni inerenti la vostra attività o una vera e propria campagna pubblicitaria del prodotto. Con questa lavorazione otterrete visibilità grazie ad un pubblico ampio e trasversale, anche quando il vostro mezzo è in sosta o fermo nel traffico.

BG CONCEPT

BG arte di costruire cisterne: Noi creiamo il vostro prodotto.

In un mercato caratterizzato da crescente competitività e richieste sempre più esigenti offriamo una costante innovazione di prodotti.

tecnologia

Noi creiamo il vostro prodotto: dalla fase di progettazione e sviluppo fino al processo di produzione e tutto ciò che comporta.

Dalla vostra idea al prodotto finito: noi uniamo la costruzione meccanica, le migliori soluzioni progettuali e tecniche, la programmazione dei tempi di lavorazione e consegna, tutti i processi legati alla produzione sotto lo stesso tetto! I nostri prodotti proposti in tre soluzioni di gamma STD, LHT, RSN, sono solo l’inizio, l’input per la creazione del vostro prodotto tailor made. Scoprite le molteplici soluzioni offerte dai nostri prodotti personalizzati che si adattano perfettamente alle vostre esigenze.

Scoprite di più sul nostro concetto di qualità, sulla nostra considerazione in merito a tempi e costi e sul nostro processo di sviluppo del prodotto. Realizzate insieme a noi il prodotto adatto all’impiego efficiente ed efficace nel vostro mercato, fatto su misura per le specifiche esigenze della vostra produzione.

Oltre a realizzare i nostri prodotti standard, produciamo le vostre soluzioni personalizzate in due modi diversi:

Modifica del prodotto – Prodotto su misura

Ci impegniamo a soddisfare le vostre esigenze individuali per un prodotto e a poterlo offrire ad un prezzo competitivo.
Voi scegliete un prodotto di base tra diverse varianti di gamma STD, LHT, RSN e noi definiamo i componenti individuali a seconda delle vostre richieste ed esigenze. Il principio modulare dei nostri gruppi di prodotti ci consente di apportare modifiche customizzate senza dover sviluppare un prodotto ex novo, e i processi di produzione dei materiali possono essere adattati e personalizzati.

Prodotto di nuovo sviluppo – Prodotto su misura

Non solo possiamo modificare prodotti già esistenti, sfruttiamo la nostra pluriennale esperienza e il know-how acquisito in diverse applicazioni per elaborare e realizzare insieme a voi soluzioni perfettamente adatte alle vostre esigenze. Creiamo queste soluzioni personalizzate in collaborazione con voi, in modo che il prodotto finito soddisfi esattamente i vostri desideri e le vostre richieste. Nonostante i tempi maggiori per lo sviluppo e la progettazione, un tale prodotto customizzato offre l’opportunità di essere più conveniente nella produzione in serie, poiché i prodotti sono sviluppati e fabbricati esattamente su misura per la vostra applicazione.

“QTC” significa che in BG teniamo conto di qualità, tempi e costi.

Qualità: Puntiamo su tecnologie collaudate e su processi di produzione consolidati per ottenere una qualità elevata.

Tempi: Grazie all’utilizzo e alla combinazione di componenti di alta qualità e ricorrendo a metodologie di produzione agili, siamo in grado di raggiungere tempi di produzione competitivi. Ricorrendo a processi di produzione consolidati a cui vengono apportate piccole modifiche, è possibile fornire i prodotti di serie con rapidità.

I costi, relativamente alla qualità di prodotto, sviluppati per i prodotti del nostro sistema modulare delle serie STD, LHT E RSN sono tra i più competitivi di mercato. Siamo quindi in grado di offrire le modifiche necessarie per le specifiche esigenze del cliente a un prezzo interessante.

Processo di realizzazione del prodotto

Quando si crea un prodotto in BG, non si tratta unicamente di ottenere prodotti tecnicamente eccellenti; anche l’utilizzo efficiente e la funzionalità temporale e ottimale presso il cliente sono obiettivi importanti. Dal più piccolo componente, alle procedure tecniche e burocratiche: prima di arrivare al prodotto finito occorre tenere conto di molteplici aspetti. Spesso viene richiesta una concreta stima dei costi e dei tempi già in fase iniziale. Ecco perché lavoriamo in team sin dall’inizio con tutti gli esperti dei reparti interessati utilizzando un project management guidato e canali di comunicazione regolati. Attraversando le varie fasi affrontiamo le questioni attualmente importanti e le elaboriamo in maniera adeguata.

Noi vogliamo capire le esigenze e i desideri dei clienti prima che inizi il processo di produzione. Per questo motivo comunichiamo con il cliente in maniera aperta e intensa durante l’intero processo di fornitura del nostro servizio. Voi clienti siete sempre nostri partner. Ciò significa che partecipate attivamente alla creazione dei vostri prodotti influendo direttamente sul processo e sul risultato.

#BGSOSTENIBILMENTE, Agroalimentare Italiano, cibus, EVENTI AND FUTURE

In programma a Parma dal 31 agosto al 3 settembre 2021, Cibus, il Salone Internazionale dedicato al F&B Made in Italy.

Cibus rappresenta la fiera della Ripartenza per l’agroalimentare italiano ...

La XX° edizione di Cibus 2021, Salone Internazionale dell’Alimentazione, sarà la fiera della ripartenza dell’agroalimentare italiano, la prima vetrina dell’anno per il food&beverage nazionale. Saranno esposti i nuovi prodotti che traineranno la ripresa dei consumi interni e dell’export internazionale, in tutte le merceologie: dai salumi ai formaggi, dalla pasta al pomodoro, dall’olio ai prodotti da forno, dal beverage al grocery, dai surgelati ai prodotti locali, e altro ancora.

Dopo attente consultazioni con i protagonisti del settore, buyer ed espositori in primis, Fiere di Parma e Federalimentare hanno fissato le date di Cibus 2021 che si terrà nella prima settimana di settembre, da martedì 31 agosto a venerdì 3 settembre. Alla decisione ha concorso anche una valutazione sul processo di vaccinazione in Italia e l’organizzazione dei corridoi aerei per i buyer esteri. Inoltre per garantire la massima sicurezza a tutti partecipanti della manifestazione il team di Cibus sta predisponendo un protocollo sanitario preventivo che risponda ai più alti standard richiesti al fine di garantire la sicurezza per visitatori ed espositori.

La riapertura di Cibus coincide con una ripresa dell’export dell’agroalimentare: i dati Istat, elaborati da Federalimentare, già riferiscono di una sostanziale tenuta nel 2020 (+0,1% nei primi 10 mesi del 2020), che dovrebbe evolvere in una crescita significativa nel primo semestre 2021. Un dato che lascia ben sperare su un cospicuo afflusso di buyer internazionali, tanto che è stato allocato un budget record per favorire l’incoming (viaggi e permanenza dei buyer esteri).

La fiera rappresenterà dunque un’occasione per analizzare i grandi cambiamenti accelerati dalla pandemia, sia a livello produttivo sia a livello di consumi.

Gli eventi e i convegni associati alla manifestazione saranno organizzati in una cornice unica e coerente, chiamata “Cibus Forum”, anche per sottolineare la continuità con quanto elaborato nello scorso Cibus Forum del settembre 2020. I temi coinvolgeranno sia la ripresa dei consumi e i cambiamenti nei processi di distribuzione ed acquisto con particolare attenzione al tema dell’innovazione e della multicanalità.

Cibus 2021 ospiterà un convegno per presentare le ” best practices ” di prodotti certificati italiani ed internazionali che contribuiscono ad un’alfabetizzazione del gusto nei territori e che costituiscono un importante traino per l’export e i consumi nella GDO. All’attività convegnistica si accompagnerà un’area espositiva volta alla valorizzazione di prodotti certificati internazionali, interrogandosi sulla possibilità di individuare disciplinari e caratteristiche minime comuni per le certificazioni d’origine.

In questi lunghi mesi di emergenza sanitaria l’industria alimentare italiana ha dimostrato di avere un peso decisivo per l’economia italiana, rappresentando la prima filiera economica del Paese e generando il più alto valore aggiunto. Questa posizione di primato nell’economia italiana è fortemente trainata dal ruolo dell’export dei prodotti food Made in Italy.

A Cibus 2021 sono attese circa tremila aziende espositrici italiane, e saranno presenti tutti gli attori della filiera agroalimentare …

#BGSOSTENIBILMENTE

Promozione del protagonismo aziendale e sociale per la sostenibilità ambientale

Il futuro è di chi agisce …

LA NUOVE PROPOSTA BG SOCIAL 20_21

#BGSOSTENIBILMENTE, Focus:Acqua

Un futuro sostenibile riguarda principalmente l’acqua. Parole chiave tecnologia e sostenibilità

Le tecnologie per salvare il Pianeta

L’acqua rappresenta ormai il grande integratore, il motore del sistema”. Oggi le risorse idriche sono al centro di tutte le grandi questioni del nostro tempo: sostenibilità, crisi economiche, povertà, infrastrutture, ruolo dello stato, ruolo delle aziende. Oggi i maggiori conflitti causati dalla necessità di approvvigionarsi di acqua, si estendono in tutto il mondo. Come fare quindi per garantire accesso a tutti all’acqua? Quali sono le tecnologie emergenti che possono aiutare noi e il pianeta per un futuro sostenibile?

Quali sono gli step fondamentali..

Riciclare l’acqua: sistemi che garantiscono una fase di riciclo più efficace.

La sostenibilità ha inizio con il riciclo, anche per l’acqua. Le innovazioni legate all’utilizzo di sistemi filtranti come membrane, per migliorarne resa, durata e funzionalità, sono quelle che si stanno rivelando più promettenti per evitare la dispersione dell’acqua dopo l’utilizzo. Molte aziende che si muovono verso il cambiamento stanno iniziando ad adottare i nuovi sistemi detti a membrana, tecnologia che sostituisce la fase convenzionale di sedimentazione e permette il riuso delle acque reflue. Le nuove tecnologie stanno trasformando in un’opportunità quello che fino a poco tempo fa era un problema: lo smaltimento dei residui delle operazioni di trattamento e purificazione. Nuove tecniche di filtrazione avanzata  consentono infatti di separare minerali e metalli dai fanghi per renderli di nuovo disponibili o di utilizzare le biomasse come fonti di energia.

I passi verso un’economia a costo zero si stanno muovendo per diventare realtà.

Ridurre gli sprechi: ripensare all’utilizzo in agricoltura.

Oggi il 70% dell’acqua è usato in agricoltura. Diventa quindi cruciale produrre più cibo con meno acqua, perché nei prossimi anni la crescita della popolazione mondiale comporterà un inevitabile aumento della domanda di cibo, che non potrà però essere accompagnata da un parallelo ed esponenziale consumo di acqua a fini agricoli. L’agricoltura si sta quindi attrezzando per ripensare il proprio sistema produttivo. In questo ambito riveste notevole importanza la cosiddetta “agricoltura di precisione”, che utilizza un elevato numero di dati, al fine di incrementare la produttività del suolo, riducendo nel contempo gli impatti sull’ecosistema. Uno degli elementi più importanti dello “smart farming” è rappresentato dall’irrigazione: grazie alle nuove tecnologie è possibile risparmiare acqua con metodi di irrigazione predittivi basati sulle condizioni di temperatura, umidità e caratteristiche del suolo.

Controllare i consumi: smart metering

Lo smart metering o controllo dei consumi è il principio che sta alla base dei contatori intelligenti e che consente di attuare strategie di efficienza energetica, già presente per i consumi relativi all’energia, può cambiare in maniera radicale le modalità di consumo dell’acqua. Nelle abitazioni connesse con la fornitura d’acqua diventa un sistema di pianificazione ed uso intelligente di questo bene. Il funzionamento prevede la scelta programmata delle ore di consumo e della quantità necessaria di acqua, consentendo ai fornitori di pianificare l’intera relazione di fornitura con il cliente, con strategie di offerta mirate, simili a quelle utilizzate nel campo delle telecomunicazioni. Le previsioni  sull’installazione dello smart metering fanno ben sperare per i numeri si prevede che nel 2022 saranno installati 1,2 miliardi di smart meter legati al consumo dell’acqua, superando la quantità di quelli relativi al gas e all’elettricità.

Acqua e informatica: il mix vincente per il futuro

Anche il futuro dell’acqua sarà sempre più basato sulla raccolta ed elaborazione di dati mediante dispositivi data driven. Sono quattro le aree principali in cui le risorse idriche saranno costantemente monitorate

  • i flussi, le concentrazioni chimiche e i risultati di laboratorio,
  • le informazioni sull’utilizzo (civile, industriale o in agricoltura),
  • i dati sulla infrastruttura di rete,
  • le informazioni sullo scenario.

#BGSOSTENIBILMENTE

Promozione del protagonismo aziendale e sociale per la sostenibilità ambientale

Il futuro è di chi agisce …

LA NUOVE PROPOSTA BG SOCIAL 20_21

#BGSOSTENIBILMENTE, Focus:Acqua

Rapidità, qualità, efficienza al servizio del cliente dal 1987

Acqua potabile dove e quando serve ... trasporti Cento.

Trasporti Cento nasce nel 1987 e da allora si fa apprezzare per la capacità di dare pronte risposte alle esigenze di mobilità nel settore del trasporto di liquidi alimentari e per altri servizi svolti con competenza.

Lo sviluppo dell’azienda è stato supportato dalla capacità dirigenziale di cogliere tutte le opportunità di miglioramento che, oltre a favorirne il processo di crescita, ha consentito di consolidare la fiducia della propria clientela, nel pieno rispetto e tempestivo adeguamento alle normative del settore di riferimento. La conseguente acquisizione di clienti prestigiosi ha conferito all’azienda una crescente reputazione in termini di professionalità, affidabilità e competitività.

La società vanta l’ottenimento della certificazione del proprio Sistema di Gestione della Qualità, in conformità alla Norma UNI EN ISO 9001:2015.

Trasporto acqua potabile

Il servizio di trasporto acqua potabile è gestito in modo professionale con mezzi adeguati e certificati (attestazione di carrozzeria per il trasporto di derrate deteriorabili). Nell’ottica di rispondere alle esigenze dei propri clienti, Trasporti Cento offre un servizio di approvvigionamento di acqua potabile completo ed affidabile.

Trasporto liquidi alimentari

L’Azienda negli anni si è specialzzata nel trasporto di acqua potabile sia per enti pubblici che per utenti privati. Con la flotta di mezzi a disposizione riesce a soddisfare ogni richiesta da 9 m³ a 30 m³, 24 ore al giorno e 365 giorni l’anno.

La massima attenzione al cliente, unita ad un servizio flessibile ed affidabile, ci rendono capaci di soddisfare ogni esigenza. In un’ottica di miglioramento continuo delle attività, svolgiamo periodicamente ricerche di mercato per tenerci costantemente aggiornati sulle nuove tendenze che in esso si muovono per poter rispondere nella maniera più efficace possibile sia ai clienti ma anche ai fornitori.
Lavoriamo principalmente nel settore del del latte e dei suoi derivati, ma la nostra conoscenza decennale ci permette di poter operare con molti altri prodotti liquidi del campo alimentare (acqua, latte, vino, etc).

Puntiamo a diventare vostro cliente o fornitore, a seconda del materie prime da voi trattate, di latte intero crudo o pastorizzato, parzialmente scremato e scremato.

Riempimento piscine

Con il servizio di riempimento piscine, rapido e funzionale, siamo in grado di raggiungere la vostra piscina ovunque essa sia, in quei momenti della stagione estiva in cui l’acqua proveniente dalle condutture idriche è regolata da normative che ne vietano l’utilizzo per pratiche che non siano strettamente necessarie, evitandone lo spreco.

La nostra forza è quella, in momenti di siccità o impossibilità di utilizzo della fornitura data dagli acquedotti di poter risolvere il problema dandovi la soluzione che desiderate nel più breve tempo possibile tenendo conto di regolamenti e leggi in materia di trasporto dell’acqua potabile.

Analogamente eseguiamo il servizio di riempimento serbatoi sia per utenti privati che per aziende adattandosi alle esigenze di capacità volumetrica grazie alla nostra estesa flotta di automezzi.

Servizi

  • Trasporto acqua

  • Trasporto vino, olio e latte

  • Trasporto automezzi

  • Sanificazione e disinfezione

Trasporto liquidi alimentari

Il numeroso parco di veicoli della nostra azienda consiste di autocisterne provviste di pompa di carico e scarico, con capacità che vanno da 9000 a 32000 litri. Le cisterne sono costruite interamente in acciaio inox e dotate di coibentazione isotermica, quindi idonee a contenere liquidi alimentari in regime di temperatura controllata ATP (ai sensi del D.M. 21/03/1973, successivamente modificato in gazzetta ufficiale N. 104 il 20/04/1973), garantendo la protezione della qualità e la sicurezza del prodotto.

Trasporto mezzi pesanti

Siamo specializzati nello spostamento di carichi, mezzi e attrezzature pesanti oltre che nel soccorso stradale. L’azienda dispone delle specifiche autorizzazioni al trasporto eccezionale che svolge grazie al proprio parco veicolare, comprensivo di semirimorchi allungabili e surbassati, con altezza da terra di 40 cm. Siamo in grado di eseguire trasporti di carichi particolarmente ingombranti come autocarri, trattori, attrezzature e imbarcazioni.

Sanificazione degli ambienti

La nostra società è anche specializzata nei processi di sanificazione e disinfezione tramite strumenti all’avanguardia e prodotti selezionati. Abbiamo la capacità di rispondere in modo efficace alle necessità di sanificare dai virus le aree aperte e chiuse. Tramite la nostra flotta di autocisterne di qualsivoglia dimensione, offriamo un servizio di lavaggio con prodotti idonei

#BGSOSTENIBILMENTE

Promozione del protagonismo aziendale e sociale per la sostenibilità ambientale

Il futuro è di chi agisce …

LA NUOVE PROPOSTA BG SOCIAL 20_21

#BGSOSTENIBILMENTE, Agroalimentare Italiano

Caseificio Frizza: Arte Casearia dal 1951.

Quasi 70 anni di storia densi di storie. Storie di uomini e di donne, storie di animali e di luoghi.

Una Tradizione Che Affonda Le Radici In Un Glorioso Passato.

La storia del Caseificio FRIZZA di Pegognaga (MN) è corposa, come il suo latte, sano e genuino. Quasi 70 anni di storia densi di storie. Storie di uomini e di donne, storie di animali e di luoghi. Storie di una terra unica e dalla tradizione del Parmigiani Reggiano, eccellenza tra le eccellenze.

Questa Antica e nobile Corte è situata nel cuore della Pianura Padana, la valle del fiume Po, molti popoli l’hanno attraversata, vi si coltivano e lavorano innumerevoli prodotti e l’eccellenza dell’arte casearia deve le sue origini a questa terra, grazie all’unicità del suolo del clima soleggiato e poco ventoso, e di un unico grande ecosistema.

“La Corte Frizza”, sede del Consorzio Agrario, deve il proprio nome a Fritz di Brandeburgo, notabile prussiano giunto in Italia prima della metà del XV secolo, forse al seguito di Barbara di Hohenzollern, sposa di Lodovico II Gonzaga. In un clima particolarmente favorevole al popolo tedesco, i Gonzaga concessero amicizia e favori a Frizzo, come il nome del prussiano veniva italianizzato: un documento del 1433 gli concede il godimento dei terreni della Corte limitatamente a lui e agli eredi maschi.

Estinta la discendenza del nobile tedesco la Frizza, come ormai era conosciuta da tutti, passò di mano in mano per quattro secoli, fino a diventare Società Agricola nell’aprile del 1951, per volontà di 12 soci fondatori. Nei decenni successivi il caseificio si allargò e si dotò di nuove strutture produttive. Nel 1982 la cooperativa acquistò la Corte dai signori Angeli, che erano tra i soci, e nei due anni successivi riedificò latteria e porcilaie, poi cedute nel 1993 per concentrarsi solo sulla lavorazione del latte.

Negli ultimi 25 anni sono cresciuti senza sosta, arrivando nel 2018 a raccogliere e a trasformare in Parmigiano Reggiano 165mila quintali di latte conferiti da 20 soci. Oggi la residenza settecentesca di Corte Frizza, restaurata dopo il sisma del 2012, ospita gli uffici e la sala assembleare della cooperativa agricola. 20 soci conferenti nutro e curono il loro latte, che Andrea con il suo staff sapientemente lavora.

 Un po di numeri……..165 mila quintali di latte , 56 caldaie di cottura … Servono proprio tutte per trasformare il nostro latte nelle 30mila forme che produciamo ogni anno.

Vedere con i propri occhi e vivere la storia … Vi invitiamo!

  • Il Parmigiano Reggiano è una delle grandi eccellenze gastronomiche italiane conosciute in tutto il mondo. Tutelato da oltre 80 anni da uno dei primi consorzi agroalimentari europei, viene fatto tal quale da nove secoli.
  • La Frizza spalanca le porte del caseificio ad appassionati di questo formaggio, a semplici curiosi, a famiglie, a scolaresche e a comitive di turisti. Perché fare il Parmigiano Reggiano è il nostro lavoro, ma anche la nostra passione. Per questo, oltre che farlo, ci piace molto anche raccontarlo.
  • Se hai in mente un tour alla scoperta dei sorprendenti tesori enogastronomici e culturali delle province di Mantova, Modena e Reggio Emilia, prenota una visita guidata compilando il modulo che trovi qui sotto. Potrai seguire passo passo tutte le fasi della produzione, dall’arrivo del latte alla stagionatura delle forme. Che aspetti? Siamo a pochi minuti dal casello di Pegognaga.
  • https://www.caseificiofrizza.it/visite-guidate/

#BGSOSTENIBILMENTE

Promozione del protagonismo aziendale e sociale per la sostenibilità ambientale

Il futuro è di chi agisce …

LA NUOVE PROPOSTA BG SOCIAL 20_21